Tutti i parrocchiani hanno notato l’ottimo e necessario lavoro di restauro, pulitura e verniciatura del portone della chiesa. È giusto curare l’ingresso in chiesa, biglietto da visita per vicini e lontani, arredo simbolico, che ci ricorda la parola di Gesù: “Io sono la porta dell’ovile!” Il lavoro è costato 1.800 euro, in parte offerti da una famiglia.

 Alla Casa di Ciola si sono resi necessari lavori di ordinaria manutenzione, per rendere gli ambienti adatti e accoglienti. Anche qui si sono spesi, per ora, un migliaio di euro.

 Il tetto della sede del Branco (i Lupetti, gli scout più piccoli) faceva acqua. È molto vecchia la casina che li ospita, nel cortiletto interno dell’edificio parrocchiale. Per metterlo in ordine (soffitto, coibentazione, impermeabilizzazione, coppi…) sono occorsi 10.000 euro. Se qualcuno ci dà una mano…Grazie!

 Nella sede della Caritas in via lavatoio 2, la pesantissima e antidiluviana saracinesca in ferro si è rotta ed ha rotto motore e trasmissioni… è stata sostituita con una nuova, nuovo motore, ecc… Beh, ci sono voluti 1.800 euro. Qualcuno dirà: “Ma siete sempre nei rotti?!”. Proprio così: le cose vecchie si rompono; e le nuove costano, come in tutte le case!

scaricare la brochure